Alla fine degli anni ’30 i fratelli Orazio e Fortunato danno vita ad una grande officina nel centro abitato di Galatina; un lavoro da pionieri in un centro, all’epoca, esclusivamente agricolo. Sorretti da ingegno e profonda conoscenza di materiali e tecniche, si adoperano per risolvere i mille problemi del loro tessuto produttivo che soffre dell’approvvigionamento di pezzi di ricambio e di riparatori capaci.
Negli anni ’50, dalla felice sinergia di creatività e consumata perizia, prende forma una macchina per panifici che ben si adatta alle esigenze produttive di ogni zona. Il risultato: una diffusione capillare in tutta la regione. A questa fa seguito una macchina per prodotti da forno tipici.
Negli anni ’60 la loro versatilità li spinge in settori diversi da quello alimentare ed è la volta di una macchina per la lucidatura dei pavimenti, diffusa anche in Germania.
Le urgenze produttive e la posizione periferica determinano la necessità di costruire una piccola fonderia nelle proprie officine. Gli anni ’70 segnano per le Officine il passaggio dalla dimensione artigiana a quella industriale. Si costruiscono i capannoni nella zona industriale e prende corpo l’attività fusoria con specializzazione nel settore idraulico. A metà del decennio, Orazio viene a mancare ed in azienda fanno il loro ingresso i figli Salvatore e Francesco: ingegnere il primo, avvocato il secondo. Con lo zio Fortunato progettano e realizzano la prima meccanizzazione, che porta le Fonderie a 150 quintali-giorno.
Gli anni ’80 sono di maturazione e vedono il definitivo passaggio alla produzione di Qualità: si abbandonano bronzo, alluminio ed ottone e si fondono solo pezzi in ghisa.
La certificazione della qualità aziendale è stata introdotta nel 1994 quando le Officine e Fonderie De Riccardis hanno adottato la norma UNI ISO 9000. Nel 2003 c’è stato l’adeguamento alla Vision 2000, mentre è del 2004 la certificazione ambientale ISO 14001.

Oggi i dati che descrivono le Officine e Fonderie De Riccardis sono: impianti di proprietà disposti su un’area coperta di circa 9.500 mq e un totale di 110 mila mq; novanta addetti tra tecnici ed amministrativi; capacità produttiva giornaliera di 1.400 quintali; clienti nei principali distretti produttivi nazionali. L’azienda è tra i primi dieci produttori in Italia per quantità e qualità